Il tempio del S. Patrono di Casoria

Chiesa di S. Mauro

La mole della Chiesa di S. Mauro sovrasta il centro storico della città di Casoria.
La costruzione della Chiesa ebbe inizio il 15 gennaio 1606 sul luogo occupato dalla piccola chiesa preesistente e che fu poi usata come sagrato per la nuova Chiesa.

La Chiesa appare monumentale, in stile barocco ed edificato grazie all'elargizione  del certosino  Bonaventura Presti.

La struttura della Chiesa è a croce latina e ad unica navata con cinque cappelle per ogni lato.

Nel punto in cui la navata s'incrocia con il transetto si sviluppa una cupola alta 40 metri e rivestita con lastre di piombo, culminante  con un lanternino a pinnacolo sormontato da una sfera con croce.

L'abside è rettangolare e alla sua destra è posizionata la sagrestia,mentre sulla  sinistra si trova  la congrega di Santa Maria della Pietà da cui si scende nella cripta.

La facciata è stata costruita dopo la chiesa, e presenta due ordini:

quello inferiore è suddiviso in cinque spazi con tre portali inquadrati da lesene; quello superiore è  suddiviso in tre spazi con un finestrone circondato da lesene che sostengono il timpano.

Su un lato della Chiesa s'innalza il campanile, alto 42 metri e suddiviso in quattro piani, costruito nel 1827 in pietra di tufo.

All'interno la decorazione del soffitto appare  particolarmente preziosa  ed originale: è abbellito da intagli in legno dorato che fanno da cornice a  tre grandi tele che rappresentano "Il Trionfo di San Mauro" "Il Salvataggio del giovane Placido" e "La Resurrezione di un ragazzo".

L'altare maggiore è di epoca settecentesca, costruita con marmi policromi e dominata  da un quadro del Vaccaro che rappresenta  "la Madonna delle Grazie tra San Mauro e San Gennaro".

La Chiesa è costituita da diverse cappelle tra cui, la più ampia è intitolata a San Mauro; in fondo alla nicchia è  collocata  la statua lignea del Santo,di epoca seicentesca e di scultore ignoto.

Dal lato sinistro si scorgono  la cappella di San Francesco di Assisi, la cappella del Sacro Cuore di Gesù e quella dedicata alla Sacra Famiglia.

Nella capella di Monserrato vi si accede attraveraso una balaustra di marmo,tra due coppie di pilastri che sorreggono l'organo ligneo costruito nel 1760.

Dal transetto si accede giunge infine alla cappella di Santa Maria della Pietà,costruita contemporaneamente alla Chiesa e fregiata  di stucchi ed affreschi.

Il Battistero ospita il "fonte battesimale" con un angelo del Vaccaro ed una tela di Prisco con il "Battesimo di Gesù".